Tel. 0163 53083 - Cell. 3519176033
Chiamaci
Via Don Maio 15/17
13019 Varallo (VC)
Feriali 9,00-12,30 - 14,30-18,30
Sabato 9,00 - 12,30
I tuoi risultati di ricerca

Cosa fare se i vicini di casa sono troppo rumorosi

La vita in condominio, a volte, può essere molto dura. Può succedere di dover fare i conti con vicini molesti, che non si curano di disattivare gli impianti antifurto o che magari mettono radio e tv a tutto volume o che ancora spostano i mobili della propria abitazione ad ogni ora del giorno e della notte. Ma niente paura. È possibile, infatti, ricorrere alla legge per far valere i propri diritti. Vediamo quali sono gli strumenti per difendersi

Ad illustrarli è Pier Paolo bosso di Confedilizia che sulla stampa ha spiegato: “in sede civile l’art. 844 del codice civile consente di tutelarsi verso immissioni di rumori, scuotimenti e simili propagazioni derivanti dal fondo del vicino, se superano la normale tollerabilità, avuto riguardo alla condizione dei luoghi”. È quindi possibile agire per far cessare determinati comportamenti e chiedere i danni. Bisogna, però, provare i comportamenti scorretti e il superamento della normale tollerabilità

Ma, oltre che in sede civile, è possibile intervenire anche in sede penale. Si possono, infatti, denunciare i vicini per disturbo della quiete pubblica – così come previsto dall’art. 659 del codice penale. È però necessario che “i rumori non superino solo la normale tollerabilità, ma si diffondano anche in modo da disturbare una pluralità indeterminata di persone e quindi, in ambito condominiale, per la responsabilità penale occorre vi sia il disturbo non solo di chi abita nell’appartamento inferiore o superiore o di fianco, ma della totalità o di un gran numero di occupanti del medesimo edificio, oppure degli edifici prossimi”. A dirlo la cassazione penale, con la sentenza 19-03-2014, n. 12939

Articolo visto su
La stampa

  • Ricerca proprietà

    € 0 a € 1 .500 .000

    Altre opzioni di ricerca

Confronta gli elenchi